25-12-09

Caso pedocriminale di Zandvoort: Marcel Vervloesem in pericolo di morte


tralies.imagesHabbiamo appena ricevuto questo mail da Jan Boeykens del Werkgroep Morkhoven che è molto allarmante sul deterioramento della salute del prigioniero belga Marcel Vervloesem che è ovviamente in pre coma acidocetosico ed il cui trattamento all'insulina deve essere rivalutato in ambiente ospedaliero in rianimazione con estrema urgenza visto il suo stato.

Mangione Martine
Presidente dell'associazione Marcel Vervloesem-Tevirepedo

-----

Bruxelles, 21.12.2009 - "Marcel mi ha telefonato poco fa. Aveva molto una brutta voce.
Era molto stanco, ha costantemente l'impressione di dovere vomitare. Ha vertigini. Non vede quasi nulla. Non è più capace di andare alle passeggiate. Resta tutto il tempo sul suo letto perché non ha più nulla da fare . Mi ha molto rapidamente detto, che doveva immediatamente andare a letto.

Il suo diabete è completamente fuori controllo. La nuova insulina che gli è stata prescritta non funziona. Ieri sera, come la settimana precedente, il suo livello di zucchero era troppo elevato perché l' apparecchio della glicemia potesse misurarlo. Questa mattina, il suo tasso di glicemia è sceso a 570/590: più della soglia del coma che comincia a 550. Può essere mortale nel suo caso (con i suoi problemi di cuore, cancro, reni e dopo 20 interventi chirurgici, ecc.). Può cadere in qualsiasi momento nel coma e nessuno se ne accorgerà perché non c'è nessun'osservazione medica alla prigione, né anche un infermiere assente dalle 8 di sera fino alle 7 della mattina.

Deve essere trattato come tutti i pazienti al di fuori delle prigioni, immediatamente ospedalizzato, certamente dopo che il medico ha constatato che ha perso 8 chili in 3 settimane… mentre ha il cancro.
Deve immediatamente fare altri esami medici, senza nuovamente essere chiuso in una cellula d'isolamento o essere ammanettato giorno e notte ad un letto d'ospedale. I 3.000 milligrammi d'antibiotico al giorno sembrano avere diminuire la bronchite di Marcel, ma è il solo effetto positivo.

La settimana scorsa, avevo già preso di contatto per mail e telefono con la direzione generale delle istituzioni penitenziare e con il gabinetto del ministro della giustizia Stefaan de Clerck, tutti sono al corrente di questa situazione. Ma non ci fu nessuna reazione.

L'avvocato di Marcel ha telefonato ad uno degli addetti alla direzione della prigione di Turnhout Eric Geudens, che gli ha risposto che là “non c'è nessun problema con Marcel Vervloesem„. Anche un anno fa questo Geudens ha risposto la stessa cosa per telefono. Il giorno dopo, Marcel era quasi morto, con 24 battiti al minuto ed i medici dell'ospedale di Turnhout sono passati 13 ore dopo a rianimarlo.

Ho nuovamente telefonato alla direzione generale delle istituzioni penitenziare a Bruxelles. Il responsabile Vanessa Bury (che segue la cartella di Marcel) era “in riunione„.Ho lasciato il messaggio ad un collaboratore.

Dopo l'appello di Marcel, ho nuovamente telefonato al gabinetto del ministro della giustizia. Un uomo mi rispondeva di contattare i medici o il direttore della prigione. Gli rispondevo che i medici non possono decidere nulla senza il permesso delle autorità e che l'addetto della direzione Eric Geudens rispondeva all'avvocato di Marcel (come unanno fa) che non c'era “nessun problema„.L'uomo passava il telefono ad un certo Luc Stas, un consigliere di lingua olandese del ministro di Clerck. Piuttosto che di trasferirlo ad una persona responsabile dopo che gli avevo riassunto la situazione, Luc Stas mi ha risposto, che “non rispondeva alle domande che riguardano prigionieri per telefono„ ed lui mi ha lasciato interdetto interrompendo la comunicazione.

Ma cosa è cche si può fare?

Il gabinetto, che ha classificato Marcel “in una cartella speciale„ è costantemente informato da me, mi rispondeva, come 6 o 7 mesi (era l'ultima volta che ho avuto una risposta), che “sistemavano le cause soltanto con il prigioniero ed il suo avvocato con cui avevano contatti„. Ma egli là senza alcun contatto. Anche in una simile situazione, il responsabile della cartella Vervloesem del gabinetto è introvabile!

Inoltre, il giudice del tribunale della pena ha detto nella sua sentenza del 26 giugno 2009 che “SOLO il MINISTRO PUÒ DECIDERE una LIBERTÀ CONDIZIONALE PER RAGIONI MEDICHE„. Questo vuole dire che il ministro della giustizia è personalmente responsabile per questa situazione che dura già quasi 1.5 anni.

Ho anche telefonato a Lieselot Bleyenberg, portavoce aggiunta al ministro di Clerck. Gli ho fatto molto rapidamente un riassunto della situazione. Gli ho spiegato l'urgenza dell'ospedalizzazione di Marcel.
La Sig.ra Bleyenberg ha risposto che contatterà “il servizio medico„.

Ho realmente l'impressione che quella brutta situazione anche burocratica ricadrà inevitabilmente su Marcel e che alcuni vogliono la sua morte per farlo tacere definitivamente circa il caso pedocriminale di Zandvoort che (con le sue 89.539 vittime) sarà soffocato.

-------------------------------------------------------------------------

Il ministro della giustizia De Clerck è perfettamente al corrente di questa situazione.

Ecco la lista delle sue  20 ospedalizzazioni d’urgenza e delle operazioni subite da Marcel Vervloesem e che sono state inviate più di  40 volte al Ministro De Clerck e ed ai suoi sollaboratori.

Il Ministre che spinge per una giustizia « umana e giusta » stima che un prigioniero non può uscire di prigione che 3 giorni prima di morire beninteso che lui non autorizzi di volta in volta delle eccezioni per ragioni che solo lui sa.

1) Cancro prostatico – Hopital St H. Hart à Lier – 2 volte
2) Insufficienza renale– 5 voltes – Hôpital St Elisabeth à Herentals
3) Pancreatite – 2 volter – 1X Hopital St H. Hart à Lier, 1X UIA d’Anvers
4) Urgenza in cura intensiva per pancreatite 2 –
5) Nuova urgenza in terapia intensiava pancreatite 1 – UIA d’Anvers
6) Cure intensive – Hôpital Fabiola à Sambreville/Hôpital St Elisabeth à Herentals 11X
7) Insufficienza renale – Gasthuisberg à Louvain – 2 X
8. Malfunzionamento cardiaco ed operazione à l’AZ Imelda Bonheiden – 3X
9) Cure intensive per Iddm – Hopital St H. Hart à Lier 4X
10) Insucfficienza renale – Hopital St H. Hart à Lier – 1X
11) Cardiochirurgia – AZ St Jan Bruges – 1X
12) Dialisi renale – Hopital St H. Hart à Lier- 1X
13) Emorragia interna – AZ St Jan Bruges – 1X
14) Nuova chirurgia – AZ St Jan Bruges – 1X
15) Impianto chirurgico di sonda per dialisi – AZ St Jan Bruges – 1X
16) Cure intensive er il cuore – St Elisabeth Turnhout – 1X
17) Cure urgenti intensive per anemia (da leucemia) – St Elisabeth Turnhout – 1X
18) Cure urgenti intensive – St Elisabeth à Herentals – 1X
19) Operazione al cuore – AZ St Jan Bruges
20) In data 14 maggio 2009 lui ha avuto problemi cardiaci per la mancanza di medicazione ed un trattamento insufficiente di cura,doveva andare all’ospedale di AZ Sint Jan Bruges ma la direzione della prigione con suo divieto è riuscita un giorno prima dell’ammissione e sulla base del fatidico rapporto del PSD a non farlo ricoverare. Ogni ospedalizzaizoni uergente a Bruges e Turnhout, ha avuto luogo tra l’imprigionamento di Marcel Vervloesem alla prigione di Turnhout e la prigione di Bruges.

DIFFONDETE, PUBBLICATE QUESTO MESSAGGIO. PROTESTATE CONTRO QUESTI TRATTAMENTI INUMANI !


clintondeguchtFONTE:

- Gruppo Morkhoven
- Droit Fondamental (I, F, A)
- Le reti pedocriminali: Zandvoort
- Website - http://www.morkhoven.droitfondamental.eu/ (I, A, F, H)
- Le reti pedocriminali - Zandvoort: Video 1 Marcel Vervloesem BFM-TV - http://www.youtube.com/watch?v=-eFnm5Eov8g (F, H)
- Le reti pedocriminali - Zandvoort: Video 2 Marcel Vervloesem BFM-TV - http://www.youtube.com/watch?v=r3nzjJj9GGo (F,H)
- Le reti pedocriminali - Zandvoort: Video Marcel Vervloesem BFM-TV - Dailymotion (F)
- Le reti pedocriminali - Zandvoort: Video Marcel Vervloesem BFM-TV - Blog Claudia Vinck
- Video 1-2 La scandalosa detenzione di Marcel Vervloesem: Il Caso Zandvoort
- Video 2-2 La scandalosa detenzione di Marcel Vervloesem: Il Caso Zandvoort
- Le reti pedocriminali - Zandvoort: Indymedia (A)
- Hillary Clinton - De Gucht - Guantanamo (I)
- Diritti umani Onu: Belgio (I)
- Belgio prigione tortura 

 --------

CONTATTI:

Non esitate ad inviare a Marcel Vervloesem una cartolina, poiché gli darà sollevo sapere che la sua vita non è stata accorciata invano:

Gevangenis (Prigione) Turnhout
Sectie 4 - K 86
t.a.v. Marcel Vervloesem
Wezenstraat 1,
2300 Turnhout (Belgio)

Werkgroep Morkhoven vzw-asbl
Faiderstraat 10
1060 Sint-Gillis (Belgio)
Tel: 0032 (0)2 537 49 97
WerkgroepMorkhoven@gmail.com
postmaster@droitfondamental.eu
issakaba@skynet.be
 

De commentaren zijn gesloten.